L’insonnia: quali sono le cause, i sintomi e le terapie

Conoscere le caratteristiche dell’insonnia permette di comprendere cosa fare quando ci sono problemi ad addormentarsi o a rimanere addormentati. 

 insonnia e problemi di insonnia

Si stima che circa il 30-35% della popolazione adulta mondiale soffra di questa patologia, con conseguenze nella vita di tutti i giorni. Individuare la patologia non è sempre facile, poiché può capitare a tutti di avere episodi di disturbi del sonno. Se la frequenza di episodi supera la durata di tre mesi, si può parlare di insonnia vera e propria. 

Se la patologia non viene diagnosticata, l’insonnia non può essere adeguatamente trattata, con conseguenze quindi sulla salute e sul benessere generale. Ecco perché è importante conoscerne le cause e i sintomi per poter intervenire con la terapia più idonea.

 

1. L’insonnia: che cos’è
2. Quali sono i comportamenti che favoriscono il sonno

 

 

L’insonnia: che cos’è

L’insonnia è un disturbo del sonno caratterizzato dalla difficoltà ad addormentarsi o da frequenti risvegli durante la notte, indice di una scarsa qualità del sonno. Si manifesta solitamente nella tarda adolescenza o nei primi anni dell’età adulta e, se non curata, può protrarsi per tutta la vita, con conseguenze anche spiacevoli.

La mancanza di sonno rappresenta infatti un problema che non ha a che fare solo con la qualità del sonno ma anche con la quotidianità, che risulta compromessa da un riposo insufficiente o inadeguato.

Ogni persona ha bisogno di un numero specifico di ore per sentirsi riposata, per cui, anche se spesso si pensa di aver dormito a sufficienza, si può comunque essere spossati e avere la sensazione di non aver riposato. È uno dei casi in cui possiamo parlare sicuramente di insonnia.

Ti potrebbe interessare anche:   I disturbi del sonno e le conseguenze sulla salute

L’insonnia può essere primaria, quando è slegata da altre patologie; secondaria, se è la conseguenza di altri disturbi o malattie; acuta, se dura meno di un mese, o cronica, quando si protrae per almeno tre mesi.

Torna all’indice

 

 

Quali sono i comportamenti che favoriscono il sonno

Oltre alle terapie specifiche, ci sono alcuni comportamenti che è possibile adottare per favorire il sonno. Qualcuno è stato già citato precedentemente ma può essere utile riassumere i principali suggerimenti per curare l’insonnia:

      • Utilizzare la camera da letto solo per dormire e non per leggere o guardare la tv.
      • Non dormire durante il giorno.
      • Prima di mettersi a letto evitare di praticare attività sportiva o altre attività impegnative.
      • Andare a dormire e alzarsi sempre alla stessa ora.
      • La sera evitare fumo, alcolici, caffeina, bevande stimolanti, cibi piccanti.

Torna all’indice           

 

 

 

Fonte e riferimenti

https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/insomnia/diagnosis-treatment/drc-20355173
https://en.wikipedia.org/wiki/Insomnia
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3505711/

 

 

Sonnocare è un centro che si occupa di Medicina del Sonno specializzato per la cura dei disturbi del sonno. Il centro svolge attività ed esami per la diagnosi e la definizione dell’iter terapeutico delle principali patologie del sonno. Se hai bisogno di prenotare un esame o una visita specialistica scrivici o chiama direttamente la nostra segreteria al numero  +39 081 3779573.

SCRIVICI

 

Related Posts